<
AIS Romagna    Cerca    Mappa    Mailing    Preferiti  |  Carrello  |  Accesso e-commerce  



Iscriviti alla Newsletter

Mailing
E-mail
Iscrivetevi alla nostra Mailing List e sarete continuamente aggiornati su tutte le nostre novitÓ.

Tutto il mondo riconosce e apprezza i vini di Montalcino con il suo Re Brunello leader incontrastato per fascino, prestigio, blasone , ottenuto da sangiovese grosso in un terroir dove riesce ad esprime eleganza, complessità, potenza e longevità davvero uniche.

Siamo nel cuore della Val D’Orcia circondati da dolci colline, cipressi e boschi, ma soprattutto da circa 3.500 ha di vigneti di cui circa 2.100 ha sono dedicati al sangiovese e relativo Brunello. Se tutti riconoscono Montalcino nel Brunello, esiste dal 1996 la Doc Sant'Antimo nata per qualificare tutta la produzione vinicola montalcinese. Questa denominazione infatti consente di produrre vini di varie tipologie sia rossi che bianchi anche con le indicazioni di vitigno quali il Cabernet, il Merlot e il Pinot Nero, nonché i bianchi Chardonnay, Sauvignon e Pinot Grigio.

Ritenendo da sempre il vino veicolo di cultura, più di ogni altro prodotto della terra riflette la personalità e l’intuito di chi lo produce; intuito che portò il Conte Alberto Marone Cinzano agli inizi degli anni '80 a piantare il cabernet sauvignon nelle colline di Montalcino.

Nasce così l’Olmaia prima come Toscana Igt Rosso, in seguito Sant’Antimo Doc, prodotto esclusivamente dal 1989 solo nelle migliori annate da cabernet sauvignon in purezza.

Dopo la memorabile verticale di Brunello Poggio al Vento dell’azienda Col D’Orcia, AIS Romagna propone un’altra serata da non perdere con la degustazione verticale di Olmaia delle annate (2013-2012-2010 in magnum) (2006-2000-1997 bottiglie da 0,75)

Se ci aspettiamo un vino dalla struttura tannica consistente con una connotazione al territorio oltre che al vitigno, sarà la geniale convivialità del Presidente di Col D’Orcia, Conte Francesco Marone Cinzano che ci onora ancora una volta della Sua presenza per guidarci con la sua verve alla scoperta delle sfaccettature che ogni singola annata ha prodotto, mentre Ilaria Di Nunzio e Marco Casadei si alterneranno nelle degustazioni organolettiche.

Appuntamento unico in Romagna giovedì 9 febbraio ore 20,15 al Ristorante La Campaza, Via Romea 335 (S.S.16 Adriatica) Fosso Ghiaia RA. La sala sarà già allestita con i calici necessari.

Al termine della degustazione verrà servito una succulente portata di carne e biscotteria.

Costo di partecipazione Soci AIS € 45,00 Non Soci € 50,00

Per i Soci AIS è gradita la divisa di rappresentanza.

Prenotazione obbligatoria e vincolante online sul sito www.aisromagna.it (clicca qui ) fino ad esaurimento dei posti disponibili. Eventuali disdette alle prenotazioni fatte vanno comunicate urgentemente a Gian Carlo Mondini cell. 347 1743414