AIS Romagna    Cerca    Mappa    Mailing    Preferiti  |  Carrello  |  Accesso e-commerce  

A cura del delegato di Cesena Angela Casadei

Coinvolgente ed istruttiva sono i termini che definiscono la serata di Porte Aperte in AIS che ha visto la partecipazione di Cantina Braschi.
Vincenzo Vernocchi, enologo e patron dell’azienda in società con Davide castagnoli, ha catturato e mantenuta viva l’attenzione della numerosa platea intervenuta. Ha spiegato la storia della cantina e come, qualche anno fa, lui e Davide hanno deciso di occuparsene e, negli anni aumentare la quantità di ettari vitati.
La cantina possiede territori e vinifica uve provenienti da due MGA diverse e questo ha dato la possibilità di conoscere e confrontare sangiovese proveniente dalle sottozone Bertinoro e San Vicinio.
Monte sasso 2013 proviene dal cru Monte Sasso, a 270 m/slm, in località Monte Castello, all’interno della MGA San Vicinio. Affina 14 mesi in botte grande e poi in bottiglia.
Costone Riserva 2013 proviene dalla Tenuta del Gelso, in MGA Bertinoro. Affina 2 anni in legno piccolo, poi almeno 6 mesi in bottiglia.
Rubino fitto il Monte Sasso e quadro olfattivo con sentori di frutti rossi, iris e ginestra. Al sorso manifesta tannino vivace, buona freschezza e finale persistente.
Rubino tendente al granato il Costone e naso che evidenzia amarene candite, cioccolato, vaniglia e sottobosco terroso. Sorso pieno con tannino energico ancora un po’ astringente. Lungo il finale con ritorni fruttati.

Durante la serata si è degustato anche Monte Sasso Famoso 2016, storico vitigno coltivato a 300 m/ sml, in località Monte sasso. Vinificato in acciaio ed affinato in bottiglia manifesta naso snello e fresco con frutta e fiori bianchi a fare da contorno a piacevole nota aromatica non predominante. Anche in bocca manifesta freschezza, buoni l’ equilibrio e la persistenza.

Campo Mamante 2015 Albana secco DOCG, premiata con l’eccellenza dalla guida L’Emilia Romagna da bere e da mangiare, ha messo in evidenza naso piacevolmente floreale con lievi note canforate. La bocca si manifesta con bell’equilibrio , sorso pieno ed elegante, piacevole beva.

Infine Costone sangiovese Superiore 2015, vino che si esprime con sentori di marasca, mandorla, geranio e pepe nero. Al sorso è di buona struttura con tannino levigato, buona persistenza con finale piacevolmente fruttato.


 

Cantina Braschi è una storica realtà fondata all’inizio del secolo scorso a Mercato Saraceno da un ramo dell’omonima famiglia e rilevata, sei anni fa, da Davide castagnoli ( responsabile commerciale) e Vincenzo Vernocchi ( enologo, responsabile della produzione).
Da sempre azienda fra le più rappresentative del fenomeno vinicolo romagnolo, attualmente produce una diversa gamma di vini da vitigni autoctoni quali Albana, famoso, Trebbiano e, ovviamente, Sangiovese.
La proprietà è particolarmente attenta alla conduzione in vigna, all’uso di solfiti, da oltre 3 anni è in conversione biologica e nel 2016 sono usciti i primi vini certificati.
I vigneti sono situati fra Bertinoro e Mercato Saraceno:
Tenuta Il Gelso: 5,5 ha situati nella sottozona Bertinoro, nel cuore della Romagna, con piante di 20/30 anni
Podere di Paderno: 25 ha, biologici da altre 20 anni, sempre nella sottozona Bertinoro, poco prima che il Savio raggiunga la pianura , a 150 m. slm, composto da argille calcaree
Podere di Monte Sasso: 5,5 ha nella sottozona San Vicinio, nell’entroterra collinare a 350 m.slm, lungo la valle del Savio, composto di argille sabbiose.

Bertinoro e San Vicinio sono le MGA che saranno a confronto nella serata, durante la quale Vincenzo, enologo della cantina, ci illustrerà la sua produzione e ci aiuterà a capire l’influenza che terreno, microclima, brezza marina possono dare ai vini provenienti dai vari poderi.

Appuntamento Lunedì 23 ottobre 2017 , ore 20 con prenotazioni on-line con il moduolo sottostante o ai numeri sottostanti.

Costo della serata € 10,00. Portarsi valigetta con Bicchieri

Info :
Angela 339 5405854
Adolfo 347 4880604