Al via l'edizione 2014 di Un Mare di Sapori la manifestazione che da Luglio a Settembre anima l'Emilia e la Riviera Romagnola con eventi e prodotti tipici.
 
A guidare l'interessante percorso culturale ed enogastronomico alla scoperta delle eccellenze emiliano romagnole è proprio la strada maestra e i suoi 2200 anni di età portati.
 
Percorso nevralgico di tipicità ed eccellenze, sulla Via Emilia si incontrano storie e specialità dei territori che questa importante arteria stradale attraversa e collega.
 
Anche quest'anno, Un Mare di Sapori propone un appassionante gioco online per internauti di tutte le età per far conoscere storie, notizie e curiosità legate alla Via Emilia.
 
Presto online, potrete sfidare le vostre conoscenze e confrontarvi con domande e quiz insidiosi dedicati a una terra ricca di storia e prodotti di grande qualità.
 
Gli obiettivi strategici alla base di “Emilia Romagna è Un Mare di Sapori” sono quelli di sensibilizzare, attraverso la promo-comunicazione, gli operatori turistici e i turisti all’uso e consumo di prodotti enogastronomici a qualità regolamentata prodotti in Regione Emilia-Romagna.


 

Quattro gli appuntamenti imperdibili con “Fuoco al Mito”, lo spettacolo dell’antica cottura sul fuoco a legna nella tradizionale caldaia di rame.
In ambientazioni suggestive, uno spettacolo fatto di racconti, gesti, colori e soprattutto sapori, in cui le sensazioni gustative la fanno da padrone, ma la cui scena è interamente dedicata al “Re dei formaggi”.
Il Parmigiano Reggiano è un formaggio unico, conosciuto e riconosciuto in tutto il mondo che nasce da un profondo legame con il territorio e dalla sapienza dell’uomo. Si produce oggi come nove secoli fa: stessi ingredienti (latte, sale, caglio), stessa cura e passione, in una zona ben precisa che comprende quattro province emiliane, Parma, Reggio Emilia, Modena e Bologna alla sinistra del fiume Reno e parte della provincia di Mantova, alla destra del fiume Po.
Così come è preciso il modo in cui si fa: del tutto artigianale, usando solo il latte delle bovine della zona di produzione, senza aggiunta di conservanti e additivi. Stagionato minimo 12 mesi, ma solitamente invecchiato fino a due anni e oltre. La rievocazione dell’antica cottura e la simulazione del rito di marchiatura della forma diventano uno spettacolo!
Verrà riproposto anche quest’anno il gioco “Peso-Forma”, dove parte del pubblico sarà coinvolto a stimare il peso della forma che sarà poi distribuita in degustazione in abbinamento con i vini del Consorzio Marchio Storico dei Lambruschi Modenesi. Un simpatico gioco che ci ricorda un’antica tradizione popolare propria della zona d’origine del Parmigiano Reggiano.
 






Ben sette gli appuntamenti al calar del sole, in alcune delle piazze più ricche di fascino e di storia, in compagnia dei migliori vini e dei migliori prodotti DOP e IGP della regione.
L’occasione è rappresentata dall’uscita della nuova edizione della guida ai vini, Emilia Romagna da bere e da mangiare, redatta in collaborazione con i sommelier di A.I.S. Emilia e Romagna. Degustazioni, dunque, ma anche racconti sul cibo in compagnia di un “raccontastorie” che accompagnerà il pubblico in un viaggio a ritroso nel tempo, ricco di suggestioni.
Per ogni appuntamento, più di 250 etichette regionali in abbinamento ai prodotti tipici del territorio. Ogni tappa avrà uno o più Ospiti d’Onore rappresentati dai prodotti tipici dell’Emilia Romagna, in collaborazione con le Strade dei Vini e dei Sapori dei diversi territori: Prosciutto di Parma, Piadina Romagnola, Pesche e Nettarine di Romagna (Bologna); Mortadella (Ferrara); Salumi Piacentini, Squacquerone di Romagna e Aglio di Voghiera (Cesenatico); Olio extravergine d’oliva di Brisighella e Patata di Bologna (Lido degli Estensi); Prosciutto di Modena e Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia (Milano Marittima); Riso del Delta del Po, Aceti Balsamici di Modena sia IGP che il Tradizionale DOP (Rimini); Parmigiano-Reggiano, Pere dell’Emilia Romagna e i frutti “dimenticati” (Ravenna).
Questi prodotti saranno i protagonisti delle “Degustazioni esclusive” per 20 fortunati che potranno sedersi a tavola, coccolati dal servizio professionale dell’Associazione Italiana Sommelier e dell’Associazione Professionale Cuochi Italiani.
Appuntamento da non perdere a Cesenatico per il 1o Premio “Metodo Classico” dell’Emilia-Romagna, ma non da meno le due anteprime del Porretta Soul Festival, con l’esibizione dal vivo a Bologna e Ferrara di band soul e rhythm&blues.


Tra le novità assolute di questa edizione Le Leccornie di Emilia Romagna Festival - Itinerari di musica, scoperte e degustazioni. Il progetto, nato dalla sinergia fra Erf, l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Emilia-Romagna, le Strade dei Vini e dei Sapori e i diversi Comuni del territorio toccati dal festival, vuole rendere alcuni appuntamenti del cartellone vere esperienze a 360o: al piacere dell’ascolto musicale vengono abbinate visite guidate, passeggiate e degustazioni di vini e cibi del territorio.
 
Un vero e proprio progetto di valorizzazione e promozione del territorio, dei suoi prodotti e di tutte le sue sfaccettature, dove ogni appuntamento include un concerto, una degustazione e una scoperta dei bellissimi luoghi della regione







Se la lingua italiana nasce su un letto composto da un’immensità di dialetti, ugualmente impressionante ed eterogenea è la quantità di varianti di una stessa ricetta di cucina che si possono incontrare in tutto il Paese e, in particolare, nella regione Emilia-Romagna.
Non esula da questo caleidoscopio d’invenzioni gastronomiche il tipo della pasta ripiena che, in meno di 300 km, riesce a offrire un’enorme polifonia di soluzioni, difficili da contare proprio per la capillarità della cultura legata al cibo, capace di differenziarsi da una famiglia all’altra.
Il titolo dello spettacolo evoca, in parte, un richiamo storico alla latinità (sia per il riferimento alla costruzione della Via Æmilia nel II secolo a.C., sia per quello ironico alla presunta grandezza del tema), in parte un richiamo linguistico al verbo che, in vari idiomi della regione, indica il “mangiare”, azione portante di ogni impresa culinaria scenicamente rappresentata.
Infatti, la composizione una e trina degli “assaggi” viene raccontata da un trittico di monologhi teatrali dedicato a tre delle paste ripiene più rappresentative di tutta la gastronomia emiliano-romagnola: i cappelletti, i tortellini e i tortelli, seguendo un asse geografico che dall’“oriente” romagnolo procede verso l’“occidente” ormai prossimo alla Lombardia .
Il linguaggio scenico, improntato a un teatro d’attore che riunisce l’istrionismo giullaresco d’origine medioevale a una scrittura attenta ai ritmi della moderna performance, permette al suo interprete di presentare un’ampia gamma di personaggi, di voci e di caratteri, passando dalla narrazione favolistica alla ricostruzione storica, sempre attento a sostenere l’attenzione dello spettatore, ricorrendo anche a espliciti momenti di comicità, come durante l’omaggio alla tecnica onomatopeica del grammelot, dal titolo “Al turtléin in the world”, letteralmente offerto in pasto alla ricetta del tortellino, prima presentata in chiave originale, poi tradottaa d vari cuochi di tutto il mondo.
 
Prima di ogni spettacolo dalle ore 19 degustazione di vini e prodotti tipici ell’Emilia-Romagna.
 
 







ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER




Formula di Acquisizione del CONSENSO dell'interessato
AL TRATTAMENTO DATI PERSONALI
(Art. 13-14 Regolamento Europeo Privacy 679/2016)

Compilando ed inviando questo modulo, acquisita l'informativa circa il trattamento dei dati personali sopra esposti (in conformità con l’art. 13-14 Regolamento Europeo Privacy 679/2016), si presta il consenso a trattare i dati personali per gli scopi indicati nella suddetta informativa. In qualsiasi momento potrete richiederci la cancellazione dei vostri dati, scrivendo all'indirizzo e-mail info@aisromagna.it  o via fax al numero 0547 092563.

Iscrivetevi alla nostra Mailing List e sarete continuamente aggiornati su tutte le nostre novitÓ.
Privacy    Home    Cerca    Mappa    Mailing   
CARRELLO
AREA E-COMMERCE:      Preferiti  |  
ACCESSO E-COMMERCE



Seguici su Facebook