Eventi   /   2015   /   Forlì Wine Festival

Al centro della nuova manifestazione FORLÌ WINE FESTIVAL, c'è la cultura del mangiar bene e del buon bere, tramandata nel corso dei secoli e divenuta segno distintivo del nostro Paese.
 
FORLÌ WINE FESTIVAL è il nuovo padiglione all'interno della fiera SAPEUR: un'alleanza nata come naturale prosieguo di una scelta che, incentrata sulla qualità e tipicità dei prodotti agro-alimentari, valorizza sempre meglio le eccellenze del nostro Paese.
 
Il tutto all'interno di un contesto inimitabile e unico a livello nazionale. SAPEUR è una rassegna consolidata e di successo, giunta alla dodicesima edizione, in grado di attirare oltre 40.000 visitatori tra consumatori, pubblico generico e operatori del settore.
 
AIS Romagna organizzerà laboratori didattitici e degustazioni guidate, che avranno lo scopo di valorizzare e consolidare l'identità dei nostri prodotti enologici autoctoni e le loro tipicità. A Forlì il 23-24-25 gennaio 2015.


Stampando il coupon di riduzione i soci AIS avranno il diritto ad un ingresso ridotto a SAPEUR al costo di € 5,00 (Ingresso normale € 7,00).
 
Inoltre, per accedere al padiglione di Forli Wine Festival (all' interno di SAPEUR) sarà presente una postazione ingresso alla quale presentando la TESSERA AIS 2014 (per chi non ce l'ha basta presentare la ricevuta di pagamento) si potrà accedere a Forlì Wine Festival con un Ticket scontato di € 6,00 ( anzichè € 8,00 ) comprensivo di tasca, calice, e degustazioni libere dei vini delle 60 cantine presenti.




In un viaggio di calici brillanti, insieme a Bruno Piccioni viaggeremo per le verdeggianti colline di Bologna, sua culla d’adozione. Dirigendoci verso sud, si svestirà d’effervescenza e sui colli di Rimini, caldi dal sole e freschi di brezza si presenterà a noi cambiato d’identità. Con il nome di Rebola mostrerà la sua forza e la sua persistente avvolgenza mandorlata.


Relatore: PICCIONI BRUNO
Ore 16.00
Quota di partecipazione € 20,00

prenota il laboratorio

 


Basterebbe risalire all’etimologia del nome: “mark” dal tedesco “confine” per capire la sua eterogenità. Fin a qui, si estendevano i confini del Sacro Romano Impero e, come tutte le terre destinate a vivere tra i limiti di altre, è stata via di passaggio dei prodotti dal Nord e al Sud. Le Marche, unica delle regioni che ancora si fregia di un nome al plurale, tanta è la molteplicità viva che la rappresenta anche nel mondo enologico. Dai bianchi freschi, secchi e delicatamente profumati quali Verdicchio, Pecorino e Passerina fino ai rossi di impenetrabile corpo come Montepulciano, Sangiovese e Vernaccia.

Relatore: PICCIONI BRUNO
Ore 18.00
Quota di partecipazione € 20,00

prenota il laboratorio

 



Cos’è che può descrivere un territorio? Cosa lo identifica e lo diversifica? La sua gente, i suoi prodotti, il suo patrimonio: ecco il significato di autoctono. In una parola è racchiusa la storia di un’intera terra. E noi siamo il paese degli autoctoni, con oltre 600 varietà. 
Un incontro, condotto da Annalisa Linguerri, che con i racconti di vini, vitigni e vignaioli descriverà anche un’ inedita ed inaudita di parte di noi.

Relatore: LINGUERRI ANNALISA
ore 15.00
Quota di partecipazione € 20,00

prenota il laboratorio

 


Erano i tempi dei grandi romani e già Plino il Vecchio ne cantava le lodi. Passano, poi, i secoli, è il 1987 quando acquisisce il riconoscimento D.O.C.G primo tra i vini bianchi in Italia. Una storia di successi quella dell’Albana, eppure pare ancora difficile poterne tratteggiare un profilo comune. Ci riusciremo in quest’incontro? Mano ai calici, ascoltiamo l’Albana.


Relatore: LINGUERRI ANNALISA
ore 17.00
Quota di partecipazione € 20,00

prenota il laboratorio

 


Spumanti, vini da festa? Non solo! Gli spumanti possono accompagnare il pasteggio; sono ottimi compagni d’aperitivo o nobili cavalieri da dessert. Insieme a Roberto Gardini, uno dei degustatori più esperti del mondo effervescente, ci divertiremo a combinare matrimoni di gusto, che esalteranno anche le papille meno appassionate.

Relatore: GARDINI ROBERTO
ore 19.00
Quota di partecipazione € 25,00

prenota il laboratorio

 



Itinerario sensoriale nella storia e nei sapori della viticultura emiliana, dove tradizione e innovazione si fondono, identificando un territorio. Malvasia, Ortrugo, Fortana, Gutturnio e Sauvignon, sono i frutti della massima espressione dell’amore che gli Emiliani nutrono per la propria Terra, salvaguardando l'antichissima arte della coltivazione della vite e della produzione del vino che, dai secoli più remoti, è giunta sino ai giorni nostri insieme ad Annalisa Barison
 
Relatore: BARISON ANNALISA

Ore 15.00
Quota di partecipazione € 20,00

prenota il laboratorio

 


E’ il frutto della Labrusca, della vite più antica e selvatica. E’ il simbolo dell’opulenza delle città di Modena e Reggio Emilia, dove trionfano le colesteroliche carni suine, insaccate e così magistralmente preparate.
Effervescente, di un color porpora che conquista e fa gioire, sarà per questo che è anche uno dei vini più esportati al mondo. Solo con Giorgio Amadei possiamo parlare di Lambrusco e coinvolgervi in questa parte di mondo tutta assolutamente emiliana.
 
Relatore: AMADEI GIORGIO

ore 16.00
Quota di partecipazione € 20,00

prenota il laboratorio

 


E’ lunga, appassionante e unica la storia del sanguis Jovis, che dai banchetti romani arrivò nel Cinquecento a conquistare il centro e il sud dell’Italia rinascimentale. Nel 1876 a Siena la Commissione Ampelografica si riunisce per distinguerne le tipologie, che ad oggi solo in Italia sono presenti in oltre un centinaio di Doc. Nel 2011 arriva il Romagna Sangiovese, una vittoria, ma anche una nuova sfida per i produttori, che si vedono coinvolti in un nuovo disciplinare. Facciamo allora il punto con uno degli uomini del Sangiovese, Giorgio Amadei.
 
Relatore: AMADEI GIORGIO
Ore 18.00
Quota di partecipazione € 20,00

prenota il laboratorio

 


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER




Formula di Acquisizione del CONSENSO dell'interessato
AL TRATTAMENTO DATI PERSONALI
(Art. 13-14 Regolamento Europeo Privacy 679/2016)

Compilando ed inviando questo modulo, acquisita l'informativa circa il trattamento dei dati personali sopra esposti (in conformità con l’art. 13-14 Regolamento Europeo Privacy 679/2016), si presta il consenso a trattare i dati personali per gli scopi indicati nella suddetta informativa. In qualsiasi momento potrete richiederci la cancellazione dei vostri dati, scrivendo all'indirizzo e-mail info@aisromagna.it  o via fax al numero 0547 092563.

Iscrivetevi alla nostra Mailing List e sarete continuamente aggiornati su tutte le nostre novità.
Privacy    Home    Cerca    Mappa    Mailing   
CARRELLO
AREA E-COMMERCE:      Preferiti  |  
ACCESSO E-COMMERCE



Seguici su Facebook