Testo e degustazioni a cura di Cristina Cavina, AIS Alta Romagna

Il Calvados è certamente un distillato fuori dagli schemi, che nelle sue espressioni migliori riflette in pieno le tradizioni e le caratteristiche del suo territorio: la Bassa Normandia. Perciò, emozionante è la parola giusta per definire la degustazione di Calvados Pays d’Auge della Maison LeCompte, una delle più tradizionali e antiche distillerie, condotta a livello familiare con maestria e sapienza nella lavorazione delle mele, distillazione, assemblaggio e invecchiamento, sin dal 1923.

Quattro le tipologie di Calvados proposte, in base all’invecchiamento: 5 Ans, 12 Ans, 25 Ans, Millesimato 1988.

Appena versati nei bicchieri, come in una tavolozza di un pittore, i colori delineano un filo conduttore, confermato anche nello stilo produttivo, durante l’assaggio. Colori che virano da una tonalità più chiara e lucente del rame-ambrato fino al marrone dorato.

- Calvados 5 Ans: il naso rivela profumi puliti, eleganti e franchi di mela croccante e dolce, avvolti da un velo di vaniglia, note di miele di castagno, tendenti all’erbaceo. La bocca rivela una percezione tattile di media intensità, e le sensazioni retro olfattive confermano l’immediatezza e la pulizia del frutto. Carattere estremamente coerente con la gioventù, da apprezzare non tanto per la complessità di aromi, piuttosto per la persistenza fruttata.

- Calvados 12 Ans: all’olfatto si percepisce la stessa pulizia e finezza di stile, l’intensità è più discreta, a favore della complessità dei profumi; la mela declina sulla mela cotta al forno, in confettura, poi note speziate dolci, cannella in primis, punte balsamiche di menta. Estremamente coerente nella maggior avvolgenza tattile, e nella persistenza gusto olfattiva. Un Calvados che si distingue dai distillati più giovani, che fonde  un gusto fresco, con le note piacevoli dell’invecchiamento in legno. 

- Calvados 25 Ans: l’intensità di colore aumenta, come pure all’olfatto i profumi diventano sempre più intriganti e complessi: la mela, meno incisiva, è candita, poi mela cotogna e prugne, fanno da corollario ad un sottofondo ampiamente balsamico, speziato, liquirizia, caffè e tostatura. Il gusto è morbido, rotondo, la persistenza è piacevolmente lunga e suadente, senza mai perdere di vista il frutto.

- Millesimo 1988: il leitmotiv è finezza e identità assoluta. Questo Calvados, proveniente da un singolo anno e lotto, e non da assemblaggio, è veramente singolare. Al naso si percepisce un ulteriore passo evolutivo. Profumi ricchi e complessi, di torrefazione, cacao e caffè in primis, poi balsamici, note affumicate, tabacco da sigaro, che si rivelano poco a poco, senza perdere di vista il sentore della mela. Eleganza anche nelle percezioni tattili, dove l’alcol, sebbene si parli di un distillato, è ben integrato, e la persistenza gusto olfattiva è interminabile. Da meditazione pura.

Certamente, a conclusione di questo percorso viene spontaneo ripensare a quei pochi piccoli produttori di sidro che, attorno agli anni ‘40/’50, ebbero il sogno comune di produrre un Calvados che non facesse rimpiangere il ben più regale dei distillati: il Cognac. Beh, a volte, come in questo caso, i sogni si avverano! 


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER




Formula di Acquisizione del CONSENSO dell'interessato
AL TRATTAMENTO DATI PERSONALI
(Art. 13-14 Regolamento Europeo Privacy 679/2016)

Compilando ed inviando questo modulo, acquisita l'informativa circa il trattamento dei dati personali sopra esposti (in conformità con l’art. 13-14 Regolamento Europeo Privacy 679/2016), si presta il consenso a trattare i dati personali per gli scopi indicati nella suddetta informativa. In qualsiasi momento potrete richiederci la cancellazione dei vostri dati, scrivendo all'indirizzo e-mail info@aisromagna.it  o via fax al numero 0547 092563.

Iscrivetevi alla nostra Mailing List e sarete continuamente aggiornati su tutte le nostre novità.
Privacy    Home    Cerca    Mappa    Mailing   
CARRELLO
AREA E-COMMERCE:      Preferiti  |  
ACCESSO E-COMMERCE



Seguici su Facebook